Il Verdicchio di Matelica

La sua storia

La viticoltura a Matelica ha radici antichissime, risalenti all’epoca picena. L’attitudine di Matelica a produrre degli ottimi vini è radicata nella storia e testimoniata da eminenti studiosi come Andrea Bacci e Francesco Scacchi.

Al 1579 risale il primo riferimento storico tra il Verdicchio e Matelica riferito ad un atto notarile, rogato dal matelicese Niccolò Attucci, che definisce il maggior valore di quei terreni in cui ci sono vigneti di “Verdichio”.

Dalla fine dell’Ottocento fino al secondo dopoguerra, con lo sviluppo dell’ampelografia e il miglioramento delle conoscenze viticole ed enologiche, il Verdicchio si è imposto come uno dei migliori vitigni a bacca bianca della Regione Marche.

Un percorso di qualità crescente che ha portato il Verdicchio di Matelica ad ottenere un importante primato: è il primo vino bianco marchigiano ad aver ottenuto la DOC (Denominazione di Origine Controllata – Verdicchio di Matelica DOC nel 1967) e poi la DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita – Verdicchio di Matelica Riserva DOCG nel 2011).

Nel tempo, la cantina PROVIMA ha acquisito una profonda conoscenza sia del territorio che del vitigno riuscendo ad individuare le migliori zone viticole al fine di ottimizzare l’espressione aromatica di questo storico vitigno.

Dopo 10 anni, il lavoro congiunto di agronomi ed enologi ha individuato i migliori vigneti dei viticoltori che riescono a dare vini estremamente ricchi e complessi.

Frutto di questa selezione sono i vini a marchio LAMELIA, nei quali il Verdicchio acquista uno stile MODERNO ed ELEGANTE.

Le sue caratteristiche

Da più di 80 anni la Pro.Vi.Ma. valorizza il Verdicchio attraverso lo studio delle caratteristiche viticole ed enologiche, riuscendone a identificare e valorizzare i punti di forza.

Infatti, l’uva Verdicchio è in grado donare dei vini caratterizzati da un’aromaticità molto delicata ed elegante, con note di fiori bianchi (tiglio, acacia), di frutta (pesca, melone) e di erbe aromatiche. I vini sono dotati di ottima struttura ed ampiezza ed hanno, grazie al particolare terroir di Matelica, una fragrante acidità e mineralità. Tutto ciò è possibile favorendo un’ottimale maturazione aromatica delle uve e preservando, al tempo stesso, l’acidità e la freschezza.

L’ottimizzazione della gestione dei vigneti collocati nelle zone più vocate avviene attraverso una gestione più professionale degli interventi di potatura e gestione a verde. Inoltre, i nostri vigneti sono gestiti in modo sostenibile: lotta integrata contro le avversità (limitazione di utilizzo dei pesticidi e tecnica della confusione sessuale), gestione attenta del suolo per un naturale mantenimento dell’ambiente viticolo (inerbimento dei vigneti, sovescio).

Le uve sono frutto di un’attenta selezione e sono vendemmiate esclusivamente a mano. I vini LAMELIA nascono dalla fermentazione del solo mosto fiore, in seguito ad una pressatura soffice delle uve, in cui si applica la protezione contro l’ossigeno, con una attentissima e limitatissima estrazione dei polifenoli dalla buccia. La fermentazione viene svolta da lieviti selezionati a temperatura bassa e controllata, in modo da preservare gli aromi, e la successiva maturazione del vino sulle proprie fecce fini avviene in serbatoi di acciaio inox per arricchirlo di mannoproteine e conferire grassezza e struttura.

Abbiamo la ferma volontà di custodire e valorizzare il sapere dei vecchi vignaioli che, generazione dopo generazione, hanno preservato e migliorato l’ambiente viticolo matelicese. Un motivo di orgoglio per i giovani agricoltori a proseguire una tradizione vitivinicola millenaria.

Il Verdicchio di Matelica

I nostri vini

Freschi, fragranti ed eleganti. I nostri vini sono caratterizzati da una grande bevibilità rendendo ogni piatto, sia della cucina mediterranea che di quella internazionale, l’abbinamento ideale.